BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

lunedì 21 novembre 2011

Che libro!

Titolo Quando la notte
Autore Cristina Comencini
Prezzo euro 16,00
Editore Feltrinelli
Collana I Narratori
Data di pubblicazione 2009

"Guardo la porta rotta, il pannello inchiodato sul buco. Non sono più entrato dalla sera dell'incidente. La casa è mia do un'occhiata e me ne vado. Infilo la chiave, spingo l'anta."
 

Questo pezzo è tratto dal libro che ho finito di leggere una settimana fa. Un libro non banale, non scontato. Narra di scheletri nell'armadio che, per paura o vergogna, o amore si ha difficoltà ad accettare. Manfred e Marina, lui è un montanaro burbero e silenzioso, lei una turista che ha deciso di trascorrere un mese in montagna insieme al figlioletto ed ha preso in affitto un'appartamento, quello di Manfred. Due vite complicate, due segreti inconfessabili eppure succederà qualcosa che cambierà la loro vita, o meglio il loro modo di affrontare i problemi della vita. Toccante, morboso, emozionante. Le voci dei due protagonisti si alternano, i loro pensieri intimi vengono svelati al lettore che quindi conosce, sa, vede.  I dialoghi, le riflessioni, le considerazioni dei protagonisti rallenta un po' la lettura, ma è un libro che merita attenzione. A me è piaciuto. Fatemi sapere!


7 commenti:

  1. Grazie per queste tue recensioni, danno spunti interessanti per una buona lettura. Buon inizio settimana un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. sì, mi han parlato pochi giorni fa del film, anche quello molto bello e interessante (ma qui non è arrivato ancora...)

    RispondiElimina
  3. ADORO Cristina Comencini....è di una bravura unica secondo me....io sto preparando una sua commedia tetarale, ed è incredibile come riesca a scandagliare certi aspetti della vita che poi sono comuni a tutti noi...non passa giorno in cui non mi succede di vivere una situazione che lei ha colto e descritto nella sua opera...:-)

    RispondiElimina
  4. qui si trova tanta classe ..ciao stefania

    RispondiElimina
  5. cara Stefania, puoi certamente prendere il sedoka che ho scritto, come pure l'immagine (che a mia volta ho reperito in rete) o ciò che preferisci... se potranno essere d'aiuto alla tua cratività o spunto per te di riflessione sarò immensamente felice !!
    un caro saluto

    RispondiElimina
  6. L'avevo adocchiato nelle librerie...il mio istinto c'aveva visto giusto, quindi! :)

    RispondiElimina
  7. Non lo conosco...ma mi ha incuriosito...terminato "Memorie di un'egizia", credo lo leggerò.

    Grazie

    RispondiElimina