BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

domenica 9 settembre 2018

La strategia dell' "acchiappacitrulli"!


Finito di leggere... e, come sempre, Maffei non mi delude. Lo avevo già apprezzato in questo libro


che elogiava i vantaggi di una cultura basata sulla riflessione e sottolineva un concetto che spesso dimentichiamo: "Il cervello è una macchina lenta e, nel tentativo di imitare le macchine veloci, andiamo incontro a frustrazioni e affanni."

Elogio della parola è un librino che si incornicia perfettamente al momento storico che stiamo vivendo in cui c'è un abuso della parola, utilizzata in maniera scorretta - e non intendo SOLO errori di sintassi o di grammatica, ahimè in pauroso aumento -. Le idee che ne scaturisacono sono delle vere e proprie menzogne a cui noi italiani crediamo abboccando come "citrulli". Riporto una considerazione espressa nel libro che mi sembra importantissima: " Per correttezza mi sembra doveroso aggiungere una nota concernente l'affermazione che il linguaggio sia una stringa di parole legate dalla ragione, perchè questa sembra venir meno, particolarmente in tempi recenti, nel linguaggio dei politici, le cui parole sono spesso semplicemente suoni, magari brillanti e sonori legati dalla strategia dell'"acchiappaconsensi", detta anche strategia "acchiappacitrulli".

immagine presa dal web
Ora, mi chiedo...come si riesce a rimanere indifferenti di fronte a questo tipo di pensiero? Accidenti, su, forza Stefania cerca di essere obiettiva e valuta ciò che ti viene propinato in tv, nei social, in radio, in qualsiasi mezzo di comunicazione ascolti! Supera la mediocrità strisciante e viscida che livella tutto e tutti! Come? Intanto ne parlo qui nel blog, poi l'ho regalato ad un paio di amici e poi...vi terrò aggiornati.

mercoledì 29 agosto 2018

Ogni coincidenza ha un'anima

Questa volta Vince Corso, bibloterapeuta romano, ha un enigma da risolvere: ha in mano una serie di frasi sconnesse che un anziano malato di Alzheimer, continua ossessivamente a ripetere, senza alcun senso (apparente).

Dovrà capire cose le legano e perchè?  Dovrà addentrarsi nella sinuosità di ogni singola frase e utilizzare le parole come indizi per dare un senso alla sequenza di quelle parole affondando, le sue conoscenze, nei meandri della mente di quel signore la cui memoria funziona ad intemittenza; è la sorella a chiederglielo perchè una volta individuato il libro lei potrà leggerglielo ad alta voce , dice... qualche pagina al giorno per rallentrare il decorso della malattia. Un compito arduo: perchè qualora lui riuscisse a dare un senso a quelle frasi  dovrà poi associarle a un libro.


La sua indagine sarà avvicente, incontrerà delle strane persone e capirà le tante sfumature che un rapporto tra uomo e donna può assumere.


E poi c'è Roma: caotica, multietnica, problematica, complicata...



E poi ci sono i suoi pazienti: estroversi, prepotenti e indiscreti...
E poi c'è Vince: una persona buona che abita in via Merulana (quella del Pasticciaccio di Gadda) in una stamberga, sepolto dai suoi libri, dalle sue annotazioni compulsive...

E poi c'è una ragazza Feng...e non aggiungo altro se non che OGNI COINCIDENZA HA UN'ANIMA...


 Fabio Stassi è uno scrittore che ha l'abilità di combinare le parole magistralmente, di collocarle al posto giusto, di incastonarle come fossero diamanti. Il risultato? Un bellissimo romanzo, originale, colto, poetico, che profuma di mille altri libri.
La parola salva.
Il libro cura.



venerdì 17 agosto 2018

Finalisti Campiello 2018

Il vincitore della 56^ edizione del Premio Campiello, indicato dalla Giuria dei Trecento lettori anonimi, verrà proclamato sabato 15 settembre al Gran Teatro la Fenice di Venezia.

(Cliccate sul titolo di ogni libro per scoprire  delle curiosità)

I cinque libri più votati sono: 
La ragazza con la Leica(Guanda) di Helena Janeczek con 9 voti

La Galassia dei dementi (La Nave di Teseo) di Ermanno Cavazzoni con 6 voti

Mio padre la rivoluzione (Minimum Fax) di Davide Orecchio con 6 voti

Le vite potenzial(Mondadori) di Francesco Targhetta con 6 voti

Le assaggiatrici (Feltrinelli) di Rosella Postorino con 6 voti

lunedì 30 luglio 2018

Il coraggio delle scelte.

Arturo è nato a Procida, la madre è morta di parto e il padre è sempre in giro: lo ha "abbandonato", torna raramente e rimane per qualche settimana, poi riparte. Nonostante tutto, lui lo adora, lo paragona agli eroi delle sue storie.
Trascorre la sua adolescenza, sull'isolacome un selvaggio, in solitudine. A 15 anni la sua vita ha una virata e cambia totalmente: scoprirà l'amarezza della verità, sperimenterà il rifiuto... Prenderà una decisione coraggiosa che lo farà soffrire, certo, ma lo renderà più forte.

Entrare nel "mondo dei grandi", si sa, comporta delle rinunce inoltre bisogna prendersi delle responsabilità, ma diventare adulti è comunque una conquista!

Un libro che ho appena terminato di leggere e che consiglio a chi ha voglia di perdersi in una scrittura favolosa, in una trama stupenda. Elsa Morante, con questo libro, nel 1957, vinse il premio strega .

Suggestiva la genesi della storia:  Elsa Morante nel 1955, all’ombra dell’agrumeto nel giardino dell’allora Albergo Eldorado, ebbe l’ispirazione per il romanzo.


Interessante le notizie su questo albergo: l’albergo Eldorado fu costruito alla fine dell’Ottocento ma divenne popolare soprattutto negli anni Cinquanta quando vi alloggiarono Vasco Pratolini, Alberto Moravia e appunto Elsa Morante che, beneficiando della splendida vista sul mare e la frescura nel giardino di limoni, iniziò a scrivere il summenzionato romanzo. Per la bellezza e l’alto valore letterario che questo luogo aveva assunto, quando l’albergo chiuse nel 1998, il Comune prese in affitto la struttura dalla famiglia Mazzella di Bosco, tuttora proprietaria, per aprirvi il “Parco Letterario Elsa Morante“, restituendo finalmente a tutti la possibilità di visitarlo.


Purtroppo a causa di alcuni problemi economici sorti tra le due parti  il giardino è oggi chiuso e non è più accessibile in alcun modo.


A riprova che leggere ti fa scoprire il mondo, ti apre la mente e ti rende LIBERO!

 

domenica 22 luglio 2018

Ricordi


Ho cercato questa canzone per un giorno intero, mi veniva in mente il video, null'altro. NIENTE, non riuscivo proprio a ricordare nulla, nulla, nulla.

Ieri, all'improvviso, mentre ero intenta a sparecchiare, ho canticchiato una melodia e mi sono detta: "Ehi, ma è quella, diamine quella che non riuscivo a tirare fuori dai cassetti della memoria, quella che mi ha fatto compagnia un'intera estate (di molti anni fa, credo una decina) durante un periodo particolarmente impegnativo a lavoro e che  mi "sparavo" a tutto volume per farmi scivolare addosso il peso della stanchezza e della rabbia!

E ieri, PUFF è riapparsa , allora ho continuato  a canticchiarla fino ad arrivare al titolo MAD ABOUT YOU e poi internet, google, HOOVERPHONIC, sìììììì, e poi youtube.

Eccola, la condivido con voi!

giovedì 12 luglio 2018

Finalisti Premio Bancarella 2018

Anna che sorride alla pioggia – Guido Marangoni

I fantasmi dell’impero – Consentino/ Dodaro/ Panella  
http://www.premiobancarella.it/site/?page_id=1861

L’assassinio di Florence Nightingale Shore – Jessica Fellowes 
http://www.premiobancarella.it/site/?page_id=1864

Nostalgia del sangue – Dario Correnti
http://www.premiobancarella.it/site/?page_id=1867

La regina del silenzio – Paolo Rumiz
http://www.premiobancarella.it/site/?page_id=1870

 Tutto questo ti darò – Dolores Redondo
http://www.premiobancarella.it/site/?page_id=1873

domenica 8 luglio 2018

La delicatezza di un gesto

























Con la pelle ascolto, un libro che ho presentato un po' di sere fa. Conosco la giovane scrittrice, ed è stato emozionante parlare CON lei DI lei. La sua scrittura è molto intima. Cristina parla al lettore attraverso i suoi personaggi e il quotidiano trasuda dalle parole.
Nella storia c'è un passato prepotente e un presente stagnante. C'è un rapporto sororale  molto complicato e un rapporto d'amore difficile.
C'è il rancore e il risentimento per e delle cose non-dette. 
C'è il rifugiarsi nel virtuale e nel passato.
Si tace, si nasconde,  per vergogna e  per non deludere le persone  vicine.
Eppure.
C'è un legame forte, autentico quello che sostiene e... risolve


Alla fine della nostra chiacchierata, intensa ed "empatica", Cristina mi ha fatto un dono: un angioletto magnetico (quello in foto). Che meraviglia, la delicatezza di un gesto gentile!

L'arancione, poi, è il mio colore preferito.


martedì 3 luglio 2018

Finalisti premio strega 2018

 Il 5 luglio sapremo il vincitore

Il vincitore del Premio Strega 2018 viene proclamato ufficialmente il 5 luglio 2018 al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, e riceve un compenso di 5.000 euro. A condurre la serata è la giornalista Eva Giovannini, con ospite d’eccezione Giampiero Mughini. La serata verrà trasmessa in diretta su Rai 3 alle ore 23. Nel 2017 il vincitore del Premio Strega è stato Paolo Cognetti con il romanzo Le otto montagne, pubblicato da Einaudi. È dal 2003 che non vince una donna. L’ultima fu Melania Mazzucco con il libro Vita.

Ve li presento.

Helena Janeczek – La ragazza con la Leica (Guanda) – 256 voti (proposto da Marco Santagata)

Marco Balzano – Resto qui (Einaudi) – 243 voti (proposto da Pierluigi Battista)

Sandra Petrignani – La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg (Neri Pozza) – 200 voti (proposto da Biancamaria Frabotta)

Lia Levi – Questa sera è già domani (Edizioni E/O) – 173 voti (proposto da Dacia Maraini)

Carlo D’Amicis – Il gioco (Mondadori) – 151 voti (proposto da Nicola Lagioia)

martedì 26 giugno 2018

Mi è capitato di...


Sabato scoso è stato un giorno particolare perchè  una mia amica mi ha chiesto di farle da testimone, si sposa e dopo sei anni ho rivisto un amico che era sparito.

Potrebbe sembrare una cosa banale, ma per me sono eventi importanti, che mi fanno sentire bene.

Stupirsi e meravigliarsi delle cose semplici... manca questo!










lunedì 4 giugno 2018

Il segreto di...

...Luca di Ignazio Silone.

Il segreto di Luca è un libro che mi è paciuto moltissimo. Cosa mi ha fatto decidere di leggerlo?
Nella quarta di copertina c'è scritto: "Vi è ancora qualche scellerato, qualche persona onoesta ma stupida, e per il resto la solita maggioranza di pecore  e capre." Mi sono chiesta, ma oggi cosa significa essere onesti? Una persona onesta è quella che non solo non si lascia corrompere, ma difende i propri principi; è una persona corretta nobile e, con dignità, prosegue il suo canmmino. 
Ed Ignazio Silone lo è stato!
 

Il libro, torniamo al libro che mi ha conquistato: Luca custodisce un segreto che lo condurrà ingiustamente all'ergastolo. Non si è difeso. Ma questo segreto qual è? Cosa ha voluto nascondere? Quando compie settant' anni viene scagionato (il colpevole, in punto di morte, ha confessato) e ritorna a Cisterna dei Marsi, un paesino dell'Abruzzo. Manca da 40 anni e molte cose sono cambiate, i suoi "amici" sono quasi tutti morti tranne il vecchio parroco Don Serafino che incontrerà.  Il brusio della società contadina, le ipocrisie e la viltà, i  pregiudizi impediranno (forse) alla verità di emergere.

Un libro che ho finito in due ore che devo-voglio rileggere con più calma per godere appieno della scrittura perfetta e un po' retrò: "Fu bussato ripetutamente all'uscio" oppure " Codesta faccenda tutto sommato on m'interessa, anzi, neppure mi riguarda."

Ve lo consiglio.



martedì 22 maggio 2018

GdL di Giulianova e le letture 2017/2018

Cari amici blogger vi scrivo la lista dei libri che durante questi mesi ci hanno fatto compagnia e che ho condiviso nel Gruppo di Lettura di cui faccio parte. 
Buona lettura!

Novembre 2017
Contemporaneo Quel che resta del giorno
Classico Furore
Giallo La ragazza del treno
Storico La zia marchesa e Silenzio
Pausa Natalizia: Aperitivo letterario
Gennaio 2018
Sudamericano Futbol
Storico Come il vento tra i mandorli
Classico L’uomo che ride
Contemporaneo Igiene dell’assassino
Giallo Chiaroscuro
Marzo 2018
Letteratura per ragazzi
Wonder
Il giardino segreto
Oliver Twist
Il Mago di Oz
Libri/film
The danish girl
The reader. A voce alta
Io non ho paura
Aprile 2018
Chesil beach McEwan
Follia McGrath
Il bisogno di parlare Mancuso
Maggio2018
il segreto di Luca di I. Silone
Espiazione I. McEwan
e venne chiamata due cuori Morgan
fiori sopra l’inverno I. Tuti


lunedì 14 maggio 2018

QUID Quando Un'Idea Diventa...

...un evento culturale che abbraccia più arti: pittura, scultura, letteratura, musica!

Dopo tanta fatica sono riuscita ad organizzare, insieme a degli amici, questa giornata culturale.
Lascio il programma e magari... venite a trovarmi.


progetto grafico Architetto Emidio Calvarese

giovedì 26 aprile 2018

Ehi, amici animali... (prima parte)

Dopo il successo di "Fiabe, fiabesche", ecco cosa ho organizzato in libreria per il mese di Aprile: una lettura animata sugli animali che si risvegliano in primavera e un laboratorio speciale: lapbook sulla primavera.

Dividerò in due questo post: troverete, di seguito, l'allestimento e i libri scelti e letti, nell'altro parlerò del laboratorio.

La preparazione è stata laboriosa perchè ho voluto preparare una scenografia adatta: dei fiori, alcuni animaletti e ovviamente la rondine. Eccovi un po' di foto.

Questo mi è servito per preparare l'ingresso a tendina. 

Poi con la tecnica del mosaico, ho decorato la Rondine&C.



Non potevano mancare gli alberi in fiore: fiori di pesco con quadratini rosa e fiori di ciliegio con germogli di pop-corn.



Ecco come si presentava, ai bambini, l'ingresso nel REGNO DELLE LETTURE.


Poi ho iniziato a leggere giocando insieme a loro. Eccovi l'elenco dei libri e la motivazione della mia scelta.

Minibobo è una casa editrice che mi piace moltissimo perchè i libri sono davvero fruibili e piacciono tantissimo ai bambini. In più nel sito ci sono spunti e ampliamenti sul tema.

Un libro dai disegni raffinati, le illustrazioni sembrano dei quadri e gli animali quasi veri. Una storia di collaborazione e fantasia!


Un riccio e un coniglio sono alle prese con una paura un po' esagerata. Questo libro ha bisogno di studio e riadattamento, è necessario infatti che la storia sia narrata semplicemente e con molta calma, interagendo con i bambini per capire se hanno compreso.


Un gufetto è caduto da nido ed ora cerca la sua mamma. Gli altri animali lo aiuteranno ma succederà di tutto. Immagini bellissimi, colori favolosi e storia interessante e avvincente. 



Dobbiamo accettarci per quello che siamo, ma il protagonista di questo libro, un corvo, afflitto per il suo colore, non lo vuole proprio capire. Gli altri ci ameranno per quello che realmente mostriamo di noi stessi! Ne avrà la conferma incontrando altri uccelli coloratissimi. 





 Questo è un libro che sipresta al gioco, un oggetto che allo'improvviso compare provoca sempre una forte emozione per chi ascolta e in più il bambino può cercare di indovinare a chi appartiene quella manina che si nasconde sotto le coperte di  Pepe, il bambino protagonista della storia.




 
A breve pubblicherò la seconda parte con tutti i passaggi per la costruzione del Lapbook sulla PRIMAVERA.

Intanto spero che quanto ho scritto finora vi sia piaciuto e che vi possa servire per giocare con i vostri figli, nipoti, alunni e amici!