BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

giovedì 18 dicembre 2014

scegliete voi il vincitore...

Ho letto con molta attenzione tutti gli scritti ed ho scelto i tre (uno è il mio preferito, amore a prima vista... ma lo dirò una volta decretato il vincitore) che troverete di seguito trascritti, rigorosamente, in ordine cronologico. Perchè ho preferito questi piuttosto che altri? Provo a spiegarvelo. Dunque. Ho tenuto conto dell'originalità, delle mie richieste (far rientrare oltre alle le parole anche l'immagine), del flusso delle parole come fossero disposte nella frase (ripetizioni, punteggiatura, sintassi). Ho cercato in ogni scritto una sorta di coerenza dell'insieme, una leggibilità fluida appunto. E infine le emozioni trasmesse al lettore.
Ora però la scelta finale, definitiva e insindacabile tocca a voi. Dovete, ovviamente, spiegarmi il perchè.

Faites vos jeux!



"Ti GUARDAI CON INFINITO SILENZIO, TUTTAVIA..."

Gioco anch'io?
-"Una candela bruciava sul tavolo,una candela bruciava.."
In silenzio mi avvicinai al libro,guardai meglio,era un quaderno.Forse era qui che Boris annotava le sue poesie?La candela illuminava appena le pagine,tuttavia la curiosità era forte,iniziai a sfogliare,c'erano versi bellissimi altri appena abbozzati,parole,macchie d'inchiostro,la grafia minuta a volte si fermava,incerta,per riprendere,scorrevole e fluida come un torrente in piena,spesso interrotta da disegni minuti e strani. Sfogliai quel magico quaderno,per un tempo infinito,nella tazza la tisana era fredda,l'alba mi colse,con la sua morbida luce ,dissipando la magia di quella candela,ora inutile


Avevo trovato, in un luogo, dove il silenzio riempie le stanze un vecchio manoscritto medioevale.Stupore e gioia. Cominciai a sfogliare le pagine con infinita precauzione e guardai le meravigliose antiche immagini. Si fece buio nella biblioteca, senza accorgermi il tempo era trascorso tuttavia un mozzicone di candela era appoggiato su di un tavolo. Accesi la candela con la speranza che un colpo di vento non la spegnesse. Mi avvicinai alla finestra, scostai la tenda e guardai l'infinito cielo dove il Signore, padrone del mio cuore, aveva appeso le stelle. Ritornai al manoscritto e seduta sul pavimento, sempre vicino alla finestra, ripresi, con emozione, in mano il manoscritto. Piano piano mi addormentai, sognando un mondo più bello!

lunedì 8 dicembre 2014

Aspettando il vincitore...

Ricordate questo mio post Cinque parole, un'immagine e il vostro estro... ? Ebbene, a breve, il vincitore riceverà un mio piccolo dono... 

Intanto, ringrazio tutti quelli che hanno partecipato; avete dimostrato interesse e mi avete mostrato una parte di voi stessi.

Scrivendo, infatti, vi siete "esposti" permettendomi di cogliere preziose sfumature della vostra personalità. Grazie.

Custodirò i vostri scritti!



lunedì 1 dicembre 2014

Perchè si legge poco?

Perchè si legge poco? Vorrei un vostro parere: sincero e schietto.


E poi un'altra domanda: che slogan utilizzereste per invogliare alla lettura?