BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

sabato 17 gennaio 2015

Mi hanno colpito questi libri perchè...

Per la copertina

Andrea Vitali
Di impossibile non c'è niente




















Nils Uddenberg
Il vecchio e il gatto




















Leslye Walton
Lo straordinario mondo di Ava Lavender




















Per l'argomento


Louise Walters
Il libro dei ricordi perduti




















Amy Gail Hansen
Il libro delle verità nascoste




















Sonia Laredo
E alla fine successe qualcosa di meraviglioso
















Per la richiesta "massiccia" dei clienti

Lorenzo Marone
La tentazione di essere felici



















Jojo Moyes
Una più Uno






















Michel Houellebecq
Sottomissione
















Per lo sconto del 25%

Guido Conti
Il volo felice della cicogna 




















Alberto Angela
I tre giorni di Pompei




















M. Gramellini e C. Gamberale
Avrò cura di te


















Per l'iniziativa
"Appuntamento al buio con un libro"


mercoledì 7 gennaio 2015

II elementare, sette anni, un bambino cosa vuole?

Sette anni è un età strana e al contempo interessantissima. Piaget, distingue la fase del pensiero intuitivo: da 4 a 7 anni e la fase delle operazioni concrete da 7 a 11 anni e, come avrete notato il 7 si trova in ambedue i pensieri...  E' la soglia. Soglia è una parola che ha questi sinonimi: porta, ingresso, entrata e poi inizio, principio ed ancora primordio, limite minimo... E' un'età  del cambiamento, della trasformazione e della concretezza: i maschietti sono molto (troppo) vivaci e le femmine un po' pettegoline e scimmiottano un comportamento  assolutamente incomprensibile come dice tata Lucia.

Voi cosa pensate? Avete da raccontarmi qualche aneddoto?

Voglio segnalare questo sito adatto a chi si occupa di bambini http://www.cosepercrescere.it/

lunedì 29 dicembre 2014

Chicchina

Avete scelto il racconto (di seguito) di  chicchina
A lei andrà un mio piccolo dono. 


- "Una candela bruciava sul tavolo, una candela bruciava..."In silenzio mi avvicinai al libro, guardai meglio, era un quaderno. Forse era qui che Boris annotava le sue poesie? La candela illuminava appena le pagine, tuttavia la curiosità era forte, iniziai a sfogliare, c'erano versi bellissimi altri appena abbozzati, parole, macchie d'inchiostro, la grafia minuta a volte si fermava, incerta, per riprendere, scorrevole e fluida come un torrente in piena, spesso interrotta da disegni minuti e strani. Sfogliai quel magico quaderno, per tempo infinito, nella tazza la tisana era fredda, l'alba mi colse, con la sua morbida luce, dissipando la magia di quella candela, ora inutile.

A me piaceva quello di express451 e a lei scriverò una lettera "a mano".

Vi auguro un anno buono e pieno di novità!