BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

mercoledì 24 settembre 2014

E il vostro autunno?















Se dovessi colorare  l'autunno, sarebbe di giallo ocra,
se dovessi leggere un libro, La lentezza di M. Kundera,
se dovessi preparare un primo, risotto con le castagne,
se dovessi pensare ad una parte del corpo, il collo,
ad un'esclamazione, Oh perbacco! 
ad una macchina, una utilitaria,
ad un animale, lo scoiattolo,
ad una lettera, la B.
Ecco a cosa mi fa pensare l'autunno:
a u t u n n o   c a l o r e    i n t i m i t à  

E voi, come descrivereste il vostro autunno? 

Vi consiglio Marcovaldo di Italo Calvino. Una bellissima serie di racconti in cui Marcovaldo, che vive in città,  descrive la sua natura, descrive quindi le stagioni.

lunedì 15 settembre 2014

Ed io mi chiedo...

...ma perchè ogni cosa deve apparire e non essere?
Perchè di fronte ad un' ingiustizia non si reagisce?
Perchè i buoni propositi vengono avvelenati dalla corruzione?


Per fortuna che...


...il mondo ha conosciuto Madre Teresa di Calcutta, Nelson Mandela, Martin Luther King, Indira Gandhi e cioè amore a prescindere, sacrificio a prescindere, non violenza a prescindere. A prescidere da cosa? Da una vita comoda, tranquilla e ricca (di danaro)!


Ogni volta che devo affrontare delle situazioni difficili, queste persone rischiano di passare in secondo piano, ma porto con me ciò che ho letto, ciò che hanno realmente costruito e vado avanti passando anche un po' per una matta moralista, ma a me non interessa.

Ho la fortuna di condividere questa sorta di "pazzia" con mio marito e alcuni amici cari. Bello no?

E a voi è mai capitato di agire diversamente da come avreste voluto?