BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

lunedì 30 luglio 2018

Il coraggio delle scelte.

Arturo è nato a Procida, la madre è morta di parto e il padre è sempre in giro: lo ha "abbandonato", torna raramente e rimane per qualche settimana, poi riparte. Nonostante tutto, lui lo adora, lo paragona agli eroi delle sue storie.
Trascorre la sua adolescenza, sull'isolacome un selvaggio, in solitudine. A 15 anni la sua vita ha una virata e cambia totalmente: scoprirà l'amarezza della verità, sperimenterà il rifiuto... Prenderà una decisione coraggiosa che lo farà soffrire, certo, ma lo renderà più forte.

Entrare nel "mondo dei grandi", si sa, comporta delle rinunce inoltre bisogna prendersi delle responsabilità, ma diventare adulti è comunque una conquista!

Un libro che ho appena terminato di leggere e che consiglio a chi ha voglia di perdersi in una scrittura favolosa, in una trama stupenda. Elsa Morante, con questo libro, nel 1957, vinse il premio strega .

Suggestiva la genesi della storia:  Elsa Morante nel 1955, all’ombra dell’agrumeto nel giardino dell’allora Albergo Eldorado, ebbe l’ispirazione per il romanzo.


Interessante le notizie su questo albergo: l’albergo Eldorado fu costruito alla fine dell’Ottocento ma divenne popolare soprattutto negli anni Cinquanta quando vi alloggiarono Vasco Pratolini, Alberto Moravia e appunto Elsa Morante che, beneficiando della splendida vista sul mare e la frescura nel giardino di limoni, iniziò a scrivere il summenzionato romanzo. Per la bellezza e l’alto valore letterario che questo luogo aveva assunto, quando l’albergo chiuse nel 1998, il Comune prese in affitto la struttura dalla famiglia Mazzella di Bosco, tuttora proprietaria, per aprirvi il “Parco Letterario Elsa Morante“, restituendo finalmente a tutti la possibilità di visitarlo.


Purtroppo a causa di alcuni problemi economici sorti tra le due parti  il giardino è oggi chiuso e non è più accessibile in alcun modo.


A riprova che leggere ti fa scoprire il mondo, ti apre la mente e ti rende LIBERO!

 

domenica 22 luglio 2018

Ricordi


Ho cercato questa canzone per un giorno intero, mi veniva in mente il video, null'altro. NIENTE, non riuscivo proprio a ricordare nulla, nulla, nulla.

Ieri, all'improvviso, mentre ero intenta a sparecchiare, ho canticchiato una melodia e mi sono detta: "Ehi, ma è quella, diamine quella che non riuscivo a tirare fuori dai cassetti della memoria, quella che mi ha fatto compagnia un'intera estate (di molti anni fa, credo una decina) durante un periodo particolarmente impegnativo a lavoro e che  mi "sparavo" a tutto volume per farmi scivolare addosso il peso della stanchezza e della rabbia!

E ieri, PUFF è riapparsa , allora ho continuato  a canticchiarla fino ad arrivare al titolo MAD ABOUT YOU e poi internet, google, HOOVERPHONIC, sìììììì, e poi youtube.

Eccola, la condivido con voi!

giovedì 12 luglio 2018

Finalisti Premio Bancarella 2018

Anna che sorride alla pioggia – Guido Marangoni

I fantasmi dell’impero – Consentino/ Dodaro/ Panella  
http://www.premiobancarella.it/site/?page_id=1861

L’assassinio di Florence Nightingale Shore – Jessica Fellowes 
http://www.premiobancarella.it/site/?page_id=1864

Nostalgia del sangue – Dario Correnti
http://www.premiobancarella.it/site/?page_id=1867

La regina del silenzio – Paolo Rumiz
http://www.premiobancarella.it/site/?page_id=1870

 Tutto questo ti darò – Dolores Redondo
http://www.premiobancarella.it/site/?page_id=1873

domenica 8 luglio 2018

La delicatezza di un gesto

























Con la pelle ascolto, un libro che ho presentato un po' di sere fa. Conosco la giovane scrittrice, ed è stato emozionante parlare CON lei DI lei. La sua scrittura è molto intima. Cristina parla al lettore attraverso i suoi personaggi e il quotidiano trasuda dalle parole.
Nella storia c'è un passato prepotente e un presente stagnante. C'è un rapporto sororale  molto complicato e un rapporto d'amore difficile.
C'è il rancore e il risentimento per e delle cose non-dette. 
C'è il rifugiarsi nel virtuale e nel passato.
Si tace, si nasconde,  per vergogna e  per non deludere le persone  vicine.
Eppure.
C'è un legame forte, autentico quello che sostiene e... risolve


Alla fine della nostra chiacchierata, intensa ed "empatica", Cristina mi ha fatto un dono: un angioletto magnetico (quello in foto). Che meraviglia, la delicatezza di un gesto gentile!

L'arancione, poi, è il mio colore preferito.


martedì 3 luglio 2018

Finalisti premio strega 2018

 Il 5 luglio sapremo il vincitore

Il vincitore del Premio Strega 2018 viene proclamato ufficialmente il 5 luglio 2018 al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, e riceve un compenso di 5.000 euro. A condurre la serata è la giornalista Eva Giovannini, con ospite d’eccezione Giampiero Mughini. La serata verrà trasmessa in diretta su Rai 3 alle ore 23. Nel 2017 il vincitore del Premio Strega è stato Paolo Cognetti con il romanzo Le otto montagne, pubblicato da Einaudi. È dal 2003 che non vince una donna. L’ultima fu Melania Mazzucco con il libro Vita.

Ve li presento.

Helena Janeczek – La ragazza con la Leica (Guanda) – 256 voti (proposto da Marco Santagata)

Marco Balzano – Resto qui (Einaudi) – 243 voti (proposto da Pierluigi Battista)

Sandra Petrignani – La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg (Neri Pozza) – 200 voti (proposto da Biancamaria Frabotta)

Lia Levi – Questa sera è già domani (Edizioni E/O) – 173 voti (proposto da Dacia Maraini)

Carlo D’Amicis – Il gioco (Mondadori) – 151 voti (proposto da Nicola Lagioia)