BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

mercoledì 29 agosto 2018

Ogni coincidenza ha un'anima

Questa volta Vince Corso, bibloterapeuta romano, ha un enigma da risolvere: ha in mano una serie di frasi sconnesse che un anziano malato di Alzheimer, continua ossessivamente a ripetere, senza alcun senso (apparente).

Dovrà capire cose le legano e perchè?  Dovrà addentrarsi nella sinuosità di ogni singola frase e utilizzare le parole come indizi per dare un senso alla sequenza di quelle parole affondando, le sue conoscenze, nei meandri della mente di quel signore la cui memoria funziona ad intemittenza; è la sorella a chiederglielo perchè una volta individuato il libro lei potrà leggerglielo ad alta voce , dice... qualche pagina al giorno per rallentrare il decorso della malattia. Un compito arduo: perchè qualora lui riuscisse a dare un senso a quelle frasi  dovrà poi associarle a un libro.


La sua indagine sarà avvicente, incontrerà delle strane persone e capirà le tante sfumature che un rapporto tra uomo e donna può assumere.


E poi c'è Roma: caotica, multietnica, problematica, complicata...



E poi ci sono i suoi pazienti: estroversi, prepotenti e indiscreti...
E poi c'è Vince: una persona buona che abita in via Merulana (quella del Pasticciaccio di Gadda) in una stamberga, sepolto dai suoi libri, dalle sue annotazioni compulsive...

E poi c'è una ragazza Feng...e non aggiungo altro se non che OGNI COINCIDENZA HA UN'ANIMA...


 Fabio Stassi è uno scrittore che ha l'abilità di combinare le parole magistralmente, di collocarle al posto giusto, di incastonarle come fossero diamanti. Il risultato? Un bellissimo romanzo, originale, colto, poetico, che profuma di mille altri libri.
La parola salva.
Il libro cura.



venerdì 17 agosto 2018

Finalisti Campiello 2018

Il vincitore della 56^ edizione del Premio Campiello, indicato dalla Giuria dei Trecento lettori anonimi, verrà proclamato sabato 15 settembre al Gran Teatro la Fenice di Venezia.

(Cliccate sul titolo di ogni libro per scoprire  delle curiosità)

I cinque libri più votati sono: 
La ragazza con la Leica(Guanda) di Helena Janeczek con 9 voti

La Galassia dei dementi (La Nave di Teseo) di Ermanno Cavazzoni con 6 voti

Mio padre la rivoluzione (Minimum Fax) di Davide Orecchio con 6 voti

Le vite potenzial(Mondadori) di Francesco Targhetta con 6 voti

Le assaggiatrici (Feltrinelli) di Rosella Postorino con 6 voti