BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

giovedì 29 novembre 2012

Aiuto...quanti libri!

Mamma mia quanti ne sono arrivati in libreria! Mamma mia quanti scatoloni! Aiuto! Ho fatto un calcolo approssimativo di quante novità editoriali sono uscite ad ottobre e novembre: circa ottanta. Ma dico io, non sono un po' troppi? Troppi titoli, troppi, ahimè, pseudo-scrittori. Come sapete lavoro in libreria e sono davvero preoccupata per la scarsa qualità letteraria: semplicistica, ripetitiva, scialba e banale. Poco entusiasmante, troppo commerciale e mal scritta. Scrivono in troppi e il disorientamento è tanto. Ne ho scelti solo cinque. Troppo selettiva, penserete. Voi che ne pensate?



DIARIO D'INVERNO
Paul Auster
Einaudi 
€ 18,50
Ebook 9,99














STORIA DI UN CORPO
Daniel Pennac
Feltrinelli

€ 18,00
Ebook 9,99












IL MIO NOME E' NESSUNO
Valerio Massimo Manfredi
Mondadori

€ 19,00
Ebook 9,99













CADUTO FUORI DAL MONDO
David Grossman
Mondadori


€ 18,50











MIRACOLO IN UNA NOTTE D'INVERNO
Marco Leino
Feltrinelli

€ 14,00

24 commenti:

  1. Quello di Grossman è stato recensito ultimamente anche da Eugenio Scalfari sull'Espresso e mi ha molto incuriosito... sarà anche interessante leggerlo alla luce della decisione presa oggi dall'Onu.

    RispondiElimina
  2. Inutile dirlo....per il mio compleanno ho ricevuto in regalo 5 libri. Tutti di ricette!!! ma nessuno di questi che ci hai consigliato .... uff :-(

    RispondiElimina
  3. Di solito leggo libri un po' più leggerini, tipo quelli di Michael Commelly e di Grisham.
    Ultimamente leggo anche qualche libro pubblicato dagli amici bloggers.

    RispondiElimina
  4. Ultimamente ho poca voglia di leggere...

    Baci

    RispondiElimina
  5. Subito quello di Manfredi che mi piace tantissimo!!!

    RispondiElimina
  6. Forse escono ora, perchè molti regalano libri a Natale.
    Mi dispiace che la maggior parte siano scritti male.

    RispondiElimina
  7. Grossman. Quello scelgo. E che copertina...

    RispondiElimina
  8. Ho amato tantissimo Paul Auster della Trilogia di New York, mi hai incuriosito!

    RispondiElimina
  9. Grossman e Auster sono tra i miei autori preferiti (come puoi vedere anche dal mio blog e tra le mie recensioni anobiiane), quindi sceglierei questi 2 :) tu li hai già letti o, per il momento, solo scelti?
    buona giornata, a presto!

    RispondiElimina
  10. Adoro Pennac!!
    Con Manfredi si va sul sicuro!!
    Ma sono anche una appassionata giallista.....
    Ciao,a presto:))

    RispondiElimina
  11. Mmm... io ne avrei scelto anche un altro (indovina quale? :D), ma non voglio autocitarmi per non sembrare uno dei tanti mitomani... Di questi ho ordinato al volo quello di Paul Auster, e messo in lista d'attesa Pennac.
    A Paul voglio così bene da avergli dedicato il romanzo mio: se solo nei suoi scritti vi fossero un po' più di umorismo e di ironia sarebbe il più grande di tutti i tempi. Ma già così non scherza... :)

    RispondiElimina
  12. sicuramente interessanti, aggiungerei, ma confesso che non so se è nuovo, il libro del prof.Andreoli "Nessuno" che credo valga la pena di leggere...buon fine settimana Lory

    RispondiElimina
  13. Storia di un corpo e' nella mia wish list :) grazie di queste chicche! aprrezzatissime, per me che non so (quasi ) mai che comprare in lbreria. mi affido all'istinto...:) ....ma credo che siano i libri che ti scelgano, come mi disse un'amica!

    RispondiElimina
  14. Troppi libri vengono stampati, ma soprattutto nella marea di libri si contano sulla punta delle dita quelli che val la pena di leggere.

    RispondiElimina
  15. Troppi libri e pochi buoni. In un anno, ha ragione Ambra, sono veramente pochi quelli che vale la pena leggere.
    Buona serata, Antonella

    RispondiElimina
  16. La penso come te...se scrive la Litizzetto perchè non dovrebbero scrivere anche tutti gli altri?
    Buon fine settimana a te :)

    RispondiElimina
  17. Vero, ci sono troppi sedicenti scrittori cui si dà corda e alcuni scrittori validi che restano dimenticati.
    In ogni caso, un libro è sempre un ottimo regalo. Della tua lista scelgo Pennac e Leino

    RispondiElimina
  18. Buona domenica Stefania
    e tanti sorrisi *__* *__*
    Ciaoo Magda

    RispondiElimina
  19. Io ho acquistato Pennac. Mi sento disorientata anch'io a volte come cliente in libreria, allora mi affido alla mia libraia che mi conosce e mi sa consigliare. Mi trovo spesso in sintonia con le tue proposte, quindi seguirò i tuoi consigli, in fondo ogni libro è sempre una scoperta.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  20. Per come sono cattiva io, anche 5 è un numero eccessivo...in libreria ci sono libri che a stento riesco a chiamare "libri"...in ogni caos Auster e Pennac sono da considerare eccome...

    RispondiElimina
  21. Gli ultimi due sono quelli che mi ispirano di piú!

    RispondiElimina
  22. Fra questi, mi ispira di più Pennac... lui sì, che è una garanzia!

    RispondiElimina
  23. Ciao!!!Che bello lavoro in libreria!!!
    tra le mille cose che vorrei fare nella vita c'è quella di voler lavorare in una libreria!!!
    adoro leggere quindi sono felice di seguirti!
    buona serata
    Angelica

    RispondiElimina
  24. Ciao Stefania, impeccabile nei consigli. Prendo nota per una capatina da Federica la mia consiglira che fa il tuo mestiere.
    Stai attenta a esprimere certi giudizi senza titolo, potresti subire ritorsioni sindacali. Troppo plateale è il tuo parere e potrebbe essere preso come pubblicità ingannevole.

    RispondiElimina