BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

martedì 27 novembre 2012

riuscite a vedermi?

Riesci a percepire, attraverso quest'immagine, il mio stato d'animo?

Aspetto i vostri preziosi commenti.

Ti risponderò personalmente.


(immagine presa dal web) 


Vi consiglio questo libro che, sono sicura, cambierà il vostro modo di affrontare la vita. 
Nulla succede per caso. Le coincidenze che cambiano la nostra vita di Robert H. Hopcke. Un libro che fa riflettere; è un po' prolisso, certo, ma merita attenzione. L'autore afferma che niente succede senza ragione, e attraverso una serie di esperienze realmente accadute, ci insegna a sfruttare le "coincidenze" affinchè la direzione sia, per noi quella giusta. Lettura impegnativa, come il vivere, no? Costa 10 euro.

28 commenti:

  1. Ciao Stefania, gli occhi sono lo specchio dell'anima, questo e' quello che istintivamebte ho pensato vedendo questa immagine. Forse che tu attraverso questa immagine riflessa vuoi impedire agli altri di vedere il tuo cuore?
    Buona vita
    Patri

    RispondiElimina
  2. Non è facile rispondere, soprattutto perché la foto non è la tua.
    Comunque, io ci vedo il mare dentro, e due persone che camminano sulla spiaggia.
    Spero per te, che non sia malinconia per un passato che non c'è più o per un desiderio che ancora non si sia avverato.
    Spero che sia il rivivere a occhi aperti una dolce realtà.
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. A me sembra un occhio malinconico..
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. si vede una persona e il mare d'inverno.....è triste, ma fa anche stare bene.
    Spero che anche tu stia bene.
    ciaoo e un sorriso *__*

    Magda

    RispondiElimina
  5. Perplesso?!
    Malinconico?!
    Dubbioso?!

    RispondiElimina
  6. ... anch'io ho pensato alla malinconia, ma vedo anche un briciolo di speranza!

    RispondiElimina
  7. Sì... mi sembri malinconica e pensierosa, forse in un momento di tristezza?
    Spero di no!
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  8. Ti vedo!!!vedo i tuoi aggiornamenti!perfetto!!

    RispondiElimina
  9. Ciao, io non vedo tutta questa malinconia...tutt'altro, ci vedo riflessa la vita.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
  10. L'ho sempre detto.
    Che nulla accade per caso.
    Interessante spunto, lo metto in w-l.
    Grazie! :)

    RispondiElimina
  11. Ecco, forse un consiglio per sfruttare le coincidenze della vita, soprattutto quelle sfortunate, mi servirebbe proprio.

    RispondiElimina
  12. il libro aveva incuriosito anche me, come dici tu a volte prolisso e forse anche supponente, è vero nulla succede per caso ma allora per usare un'altra frase fatta. siamo artefici del nostro destino, quindi diamoci da fare

    per quanto riguarda l'occhio non saprei, riesco a decifrar meglio gli sguardi

    RispondiElimina
  13. Eccomi, grazie per il consiglio di lettura, davvero interessante e con un costo ragionevole! :-)

    RispondiElimina
  14. La mia vita è complicatissima e se penso che non accade tutto quello che mi sta succedendo per puro caso, inizierò a pensare che Zeus o chi per lui, sta meditando una vendetta tremenda:((
    Leggerò il libro e forse capirò meglio.
    Baci!!

    RispondiElimina
  15. Non conoscevo il titolo, me lo segno...io di solito guardo gli occhi quando sono tristi o estremamente felici...ma così su due piedi direi che quell'occhio rifletta la vita, coni suoi alti e bassi...pensierosa magari?

    RispondiElimina
  16. Io nell'iride vedo delle sbarre, un uomo che sembra attraversi una strada...Forse un senso di prigionia, un amore irraggiungibile...Tristezza...Baciobacio cara

    RispondiElimina
  17. è come guardare fuori, si guarda fuori così quando ci siamo un pò chiusi dentro di noi e aspettiamo...aspettiamo di poter varcare la linea che ci separa dal ricominciare la strada della vita...non sempre è malinconia, è solo attesa...e intanto si guarda...

    buona serata...un abbraccio
    lella

    nulla accade per caso, ci credo davvero...

    RispondiElimina
  18. Ha la visione di una vetrata al di là dello sguardo...quasi che ci sia una vita che si svolge al di fuori della propria appartenenza.
    La natura...il mondo...il tempo scorrono, e nulla si può fare se non cogliere l'attimo.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  19. Spesso le coincidenze ci portano sorprese insperate.

    Buona giornata!

    Bacio

    RispondiElimina
  20. Certo che accende la mia curiosità questo libro.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  21. Un occhio pensieroso? La presentazione che hai fatto di questo libro, mi incuriosisce, molto direi!
    Cinzia

    RispondiElimina
  22. Pensierosa? desiderosa di scoprire/capire qualcosa? E' troppo in primo piano per intuire meglio.
    Il libro mi attira, grazie del consiglio! E' quello che credo anche io e mi affascinano le coincidenze.

    RispondiElimina
  23. Ho come l'impressione che lo sguardo sia perso nel vuoto perché stai ricordando qualche cosa del passato, qualche cosa molto importante, forse legato ad un luogo oppure ad una persona.

    Grazie per il libro consigliato :-)
    Ciao, Pat

    RispondiElimina
  24. Impossibile rispondere, occorre l'intero sguardo...diretto. E forse anche così non sarebbe facile.
    Il testo mi sembra interessante. Lo cercherò.

    RispondiElimina
  25. Ma no, è impossibile e poi nell'occhio si riflette quello che vede per cui l'espressione non la si può cogliere. E il libro devo assolutamente leggerlo perché già sono completamente d'accordo sul titolo e su quello che vuol comunicare.

    RispondiElimina
  26. Ciao Stefania, intanto grazie per quello che mi hai scritto,mi fa piacere...
    Stamattina su facebook ho visto questo, è una giornalista di Radio Bruno,
    hanno fatto tanto loro per i terremotati, potrebbe essere un'idea.
    Se sei su Facebook passa a vedere....poi fammi sapere.

    Clarissa Martinelli:
    Ragazzi. Le materne Gioiosa di Reggiolo sono un po' in difficoltà; non hanno aumentato la retta per andare incontro alle famiglie dopo il terremoto, ma faticano a far fronte ad alcuni costi. Molti di voi hanno organizzato raccolte, segnalo che mi chiedono.

    - Pannoloni per bambini 2/3 anni
    - Salviette umidificate per cambio bambini
    - Fazzoletti di carta
    - Carta igienica
    - Giochi da tavolo (puzzle o domino o memory per bambini 3/6 anni)
    - Palloni leggeri di gomma
    - Libri (2/6 anni)

    Avete ancora qualcosa delle raccolte fatte?

    Un abbraccio e buona giornata. e tanti *__* *__* *__*
    ciaooooooooooooo!!

    RispondiElimina
  27. Io vedo una donna che rimane in un locale, guardando dai vetri un uomo che se ne va e la lascia sola.
    Stato d'animo: disillusione, amarezza, malinconia

    RispondiElimina
  28. trasparenza , sembra una pietra preziosa o un vetrino,riflessi di luce come acqua di sorgente sulla pietra, mi richiama l'emozione l'immagine dell'occhio.
    Un'emozione intelligente e tutta interiore.
    Il libro consigliato fa per me, io ho scoperto attraverso le esperienze della vita che "NULLA AVVIENE PER CASO" CIAO

    RispondiElimina