BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

lunedì 30 gennaio 2012

il potere delle parole

Vi confesso che non è un periodo tranquillo, per la testa ho mille pensieri, ma non dimentico mai il blog e la voglia di condividere con voi la mia quotidianeità. Ascoltate questo video. E' in inglese, ma è molto semplice. Fatemi sapere cosa ne pensate!
Il libro che associo è L'isola del tesoro di Robert Louis Stevenson. Vi starete chiedendo: "Ma cosa c'entra?". Le parole possono far male, possono ferire e in questa favolosa opera succede che il protagonista il giovane Hawkins, nascosto nella botte delle mele, a bordo della nave Hispaniola sente un discorso che lo destabilizza, il capitano parlando con un altra persona, utilizza le stesse, identiche parole per esprimere apprezzamento... Hawkinks reagisce in questo modo: "Potete immaginare come mi sentivo quando udii quel vecchio, abominevole furfante rivolgersi a un altro con lo stesso tono di adulazione che aveva usato con me." Insomma bisogna fare attenzione a ciò che si dice...molta attenzione!

24 commenti:

  1. Lo conoscevo già....ma commuove sempre, è verissimo, nel bene, come nel male, le parole hanno un grande potere, buona serata!

    RispondiElimina
  2. vero, spesso ne abusiamo, magari impulsivamente
    e non sempre l'interlocutore è disposto acredere nella buona fede.
    Grazie per la tua visita, e complimenti per la qualità del tuo blog
    :-)
    che seguirò ancora

    RispondiElimina
  3. fantastico... mi ricorda me quando oltre a lasciare soldi offro pizzette e tea caldo nelle giornate fredde... una parola aiuta molto più di un euro!

    a me fa venire in mente Espiazione, il mio romanzo preferito... basta cambiare un parola, un ricordo per stravolgere una vita...

    RispondiElimina
  4. Stefania ciao, si le parole sono armi, che molti usano con tal disinvoltura che nemmeno se ne aggorgono di lasciare una scia di ferire sulla loro strada!!! Buona serata a te...

    RispondiElimina
  5. Bellissimo!
    Attenzione a ciò che si dice? Per fortuna io parlo solo con pensone amiche da una vita, ma soprattutto leali e fidate! :)
    Comunque penso che sono importanti più i fatti delle chiacchiere!
    Grazie della visita!
    Buona notte!

    RispondiElimina
  6. Io, se permetti cara, aggiungerei al tuo "a ciò che si dice" anche ciò che si scrive...
    Giorni fa ho letto un commento su una ragazza morta da pochi mesi di cancro che mi ha lasciato senza parole.
    Ci ho messo un pò per riprendermi...neanche dietro la sofferenza ci si ferma.
    Scusami lo sfogo ma seguivo la ragazza da parecchio e mi ci ero affezionata. Anche sul virtuale ci si lega spesso senza che ce ne accorgiamo. Cosa positiva.
    Scusami la lungaggine e il tono forse un pò polemico del commento, ma arrivata alla mia età, ho imparato a dire ciò che penso...Gli anziani non hanno più nulla da perdere. Ti mando un bacio posso vero? anna maria

    RispondiElimina
  7. Ops dimenicavo: il libro l'ho letto tanti anni fa e lo consiglierei ancora ai ragazzi di oggi.
    Riguardo al commento precedente in cui parlavo di amicizia virtuale ti invito qui:
    http://farfallaleggera.blogspot.com/2011/06/blog-post_07.html
    E' un mio post che amo particolarmente.
    Se vuoi ...Ribacio

    RispondiElimina
  8. "Sono cieco. Aiutatemi" non crea molta attenzione ma "E' una bella giornata e io non posso vederla" genera in noi un senso di colpa e ci spinge a riflettere sulla nostra fortuna e sulla tristezza del povero cieco.
    Sì, è vero, le parole sono importanti. Tutti noi pensiamo che lo siano ma spesso non ci rendiamo conto di quanto lo siano veramente. Con una parola si può uccidere una persona e con un' altra... portarla in paradiso. Cos'è più importante? dire, Ti amo, (sentimento a volte transitorio e passeggero) o dire "Ti vogliobene"?

    RispondiElimina
  9. Le parole sono armi potenti, l'utilizzo improprio potrebbe creare danno. Le parole adulano, conquistano, feriscono, altre parole fanno nascere malintesi: non tutti sono capaci di usarle a dovere. Le parole adescano, cambiano le sorti: i grandi oratori ne hanno fatto un mezzo di convincimento. Le parole si amano o si odiano, sono l'unico mezzo di comunicazione.
    Gran bel post, un bacio.
    annamaria

    RispondiElimina
  10. Ciao, grazie della visita , sono diventata tua follower .

    Il blog mi ...sembra molto bello e di spessore e poi parli di favole ad una che ancora guarda Heidi , Cenerentola , e i tre porcellini .... ed allora non posso resistere !

    ave

    RispondiElimina
  11. bellissimo post... come commentare un video che, praticamente senza parole, dice già tutto? Trasmettere emozioni, questo è il segreto - le parole sono strumenti e come tali molto sta all'abilità di chi li usa (oltre che alle intenzioni)
    complimenti

    RispondiElimina
  12. Ciao cara...tutto ok...rientrata da un week-end magico a Roma...:-)

    RispondiElimina
  13. Ciao Stefania, sempre aperta casa mia e fa sempre piacere la compagnia brillante come sei tu. Profumo di carta vengongo anchio a rileggere l'isola del tesoro con te. Il tono della voce è molto spiccato nel nostro parlare più di altre lingue come il muovere le mani.

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. come non essere d'accordo con te, Stefania, quando affermi che le parole hanno un grande potere sulle persone.. è attraverso esse che si stabiliscono i rapporti ed i legami, dai più semplici e minimali ai più complessi ed universali.

    del resto, noi, qui, e_writer, se non ci fossere le parole non avremmo modo di comunicare ed esserci.

    RispondiElimina
  16. ...un video bellissimo....grazie di averlo postato....Già il potere delle parole....uccide più la lingua che la spada....c'è la Parola che crea...E' vero...bisogna stare attenti nel parlare....le parole dette non ritornano più indietro e possono provocare rotture di amori, amicizie...Certe volte il silenzio è di aiuto...bisognerebbe approfittarne...non credi?... Buona serata piena di cose belle !!...Qui nevicaaa...:))))

    RispondiElimina
  17. le parole a volte sono pietre... preziose...
    Dal Verbo nasce la vita...

    Si sta bene quì!
    Un abbraccio e a presto*

    RispondiElimina
  18. amo le parole...vero che possono fare male, ma esprimono sempre qualcosa, ci descrivono, ci mostrano...a volte non sono le parole che uccidono ma il tono e il modo come vengono presentate o il significato che gli si vuole dare...è l'intenzionalità non le parole a volte che fa male...

    bellissimo video...
    serena notte
    un abbraccio
    lella

    RispondiElimina
  19. Un video bellissimo nella sua tristezza. Possiamo dare una misura alle parole solo sapendo chi le esprime. Ci sono molte persone, ignoranti d'animo e prive di cognizione, che non pesano assolutamente le loro espressioni e allora sta a noi, persone intelligenti, non farci ferire da queste parole. Anche noi però dovremmo stare attenti a non sproloquiare.

    p.s. i mille pensieri addolciscili con mille sogni!!

    :)

    RispondiElimina
  20. Chissa perchè penso che chi parla non è saputo ascoltare ...... dunque è più propenso a fraintendere le parole, distruggendo una consecutio temporis che è il senso delle parole dette.
    Diciamo che ho detto la mia.

    Bello avere mille pensieri?

    RispondiElimina
  21. Mia cara.
    Grazie per la partecipazione al mio dolore. Oggi torno a lasciare un piccolo pensiero a tutti gli amici virtuali.
    D'ora in poi, la mia Nadia continuerà a vivere nel mio racconto di famiglia e con la lettura di tutti.
    Le parole possono ferire molto...(esperienza personale)!!

    Un bacio

    mimosa49

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  23. Lulù è la bocca della verità...ma ha sbagliato blog!

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina