BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

mercoledì 23 maggio 2012

Pinocchio: libro e digitale

La lettura è una cosa importante. E' paziente. Certo, si può trasformare in gioco se solo,però, "i grandi" fossero più  attenti. Se raccontassero più storie, i piccini avrebbero tante formule magiche da usare a loro piacimento e da consultare.
Il libro permette di guardare attraverso le illustrazioni, di interagire attraverso un libro puzzle o tattile. Il digitale anche, ma... Sergio Flaccovio dice: "Il libro di carta? Quando le multinazionali decideranno che dovrà scomparire, scomparirà. O meglio, diventerà un prodotto di nicchia [...]E succederà anche in tempi brevi, a giudicare dal numero di offferte di abbonamenti che fioccano con l'iPad. Ma ci sono anche segnali inversi[...] Ibs decide di aprire spazi ficisi di vendita. Tutto è in evoluzione, ma l'intermediazione tra lettore e libro avrà comunque un suo spazio."
Pinocchio è un classico, una storia paradossale che sconvolge la logica umana eppure ai ragazzi piace.
Ho trovato su you tube queste due versioni. Cosa ne pensate? 



Il libro cliccateci su















 


L'iPad

20 commenti:

  1. Probabilmente l'autore non si rendeva conto che stava scrivendo una storia immortale.
    Pinocchio è un inno alla semplicità,non occorrono paroloni difficili per dare vita ad un capolavoro più forte del tempo che scorre.

    RispondiElimina
  2. (vedo che ti sei gustata Torino alla grande, bene bene...)
    Pinocchio è la metafora del processo di individuazione, forse è vero che Collodi non era consapevole di scrivere una storia immortale ma di sicuro sapeva di che cosa stava scrivendo. E perchè.
    Baci

    RispondiElimina
  3. Le favole sono sempre state una mia passione, ancora oggi se me ne capita una, non posso fare a meno di leggerla e sorridere. Non sono belle solo per i bimbi ma anche per noi adulti, per farci tornare un pò indietro nel tempo! Buona serata

    RispondiElimina
  4. Le due illustrazioni non sono certo quelle del Pinocchio della mia infanzia, ma la storia è quella che da sempre affascina i bimbi che ascoltano e i grandi che raccontano. Anche se il romanzo è in realtà fatto di sfumature ironiche e a tratti satiriche non così immediate da intendere.

    RispondiElimina
  5. Queste immagini di Pinocchio sono diversi da quelle che leggevo da bambina ancora ho il libro che poi ho letto ai miei due figli quando erano piccoli, solo la differenza mi piacciono i libri pagine e l'odore della carta ^_^
    baci
    Anna

    RispondiElimina
  6. Le illustrazioni non sono quelle del pinocchio della mia infanzia ciao

    RispondiElimina
  7. Penso che ogni tempo conosca le sue rivisitazioni dei grandi classici. Magari che i genitori siano invogliati a rispolverare il loro libro in soffitta e sfogliarlo con i figli...

    RispondiElimina
  8. Mai lasciare la strada vecchia per la nuova...
    Cinzia

    RispondiElimina
  9. il libro classico..ASSOLUTAMENTE!!!!!!!!! l'odore intenso della carta....una magia ...Lory

    RispondiElimina
  10. Che carino il tuo nuovo look del blog! mi piace molto!

    io su i pad non amo leggere, mi stanca troppo la vista!!!e vuoi mettere il rumore e il profumo della carta stampata???

    RispondiElimina
  11. Pinocchio...a casa mia è sempre stato un mito...mio fratello ne ha una collezione infinita tra cui anche alcuni libri molto particolari, e figurati che io gli avevo regalato un posto tavola, che avevo trovato in un mercatino di piccolo antiquariato, comprensivo addirittura di porta uovo e tazza da brodo con dipinta sopra tutta la storia di Pinocchio, bellissimo. Anch'io in casa ho il mio pinocchio seduto sul camino! Per tornare a noi il libro che hai "postato" è bellissimo un po' meno bella la versione digitale, non mi rassegnerò MAI a un libro digitale. Ciao, a presto Antonella.

    RispondiElimina
  12. Tutti i libri hanno più fascino se cartacei, vuoi mettere quelle belle librerie, io ne posseggo una in ogni camera, eccetto per la mia camera da letto. L'ipad è comodo per studio, tipo i ragazzi che portano zaini pesantissimi con l'ebook hanno risolto il problema, ma un libro come quello di Pinocchio e altre letture per ragazzi sono bellissimi quando sono cartacei, le belle illustrazioni, come si fa a rinunciare, in seguito credo che saranno di nicchia e ricercati.
    un bacio
    annamaria

    RispondiElimina
  13. Hai cambiato look al blog!
    Ciao!! Passa da me!! http://inchiostrocioccolato.blogspot.it/2012/05/premi.html

    RispondiElimina
  14. pinocchio...carissimo pinocchio!

    RispondiElimina
  15. Non c'è paragone,meglio il caro vecchio libro che invecchierà con noi.Se hai tanta nostalgia dovresti tornare più spesso da queste parti!Ti auguro un buon fine settimana,Letizia.

    RispondiElimina
  16. Hy doll! lovely post! what do u say about following each other?:X

    FashionSpot.ro

    RispondiElimina
  17. Penso anche alle persone anziane che sono lettori, tipo mia mamma, grande lettrice, come potrei metterle in mano l'I-PAD? anche se mia figlia ci tenta, fra grandi risate di tutti.L'ho sentita leggere Pinocchio ad alta voce non so quante volte e il papà dei miei figli consegnare il libro come un testimone, regalo della sua prima comunione. Una versione di quarant'anni fa, che versioni potrebbero esserci nel digitale? nel senso- figlio questo I_PAD l'ho ricevuto in regalo per la prima comunione- non questo libro.

    RispondiElimina
  18. La stessa edizione che avevo io!!! "I libri di Gulliver" ...che emozione! E' un libro che ho consumato a furia di leggerlo...ma ad un certo punto della mia vita ne ho perse le tracce purtroppo. Grazie per essere passata da me e del commento...Io intanto mi unisco come lettore e verrò a leggerti con più calma! Lo trovo molto interessante il tuo blog. Ciao e a presto.

    RispondiElimina
  19. io ho questo libro proprio! mia madre me lo regalo per i mie sei anni!!
    ne ho 37! e ancora lo conservo.......è la fiaba per eccellenza!

    RispondiElimina