BENVENUTO

I libri, loro non ti abbandonano mai. Tu sicuramente li abbandoni di tanto in tanto, i libri, magari li tradisci anche, loro invece non ti voltano mai le spalle: nel più completo silenzio e con immensa umiltà, loro ti aspettano sullo scaffale. AMOS OZ

Mi trovi anche qui:

lunedì 27 maggio 2013

Segnalibri & C.

Questa mattina, mentre pulivo il bancone, in libreria, mi sono imbattuta con un mini-espositore di segnalibri 3D con citazioni e animaletti. Ho letto:"Certe cose si capiscono subito... subito dopo". Ho associato questa frase ad  un libro, letto tempo fa. Ricordo che, una volta finito, pensai che lo avrei riutilizzato per prendere spunto o per rifletterci un po' su. Così fu. Il titolo: Un giorno questo dolore ti sarà utile di Cameron.

Ora vi chiedo:
 E' proprio vero che CERTE cose si capiscono troppo tardi?
Ed ancora: 
secondo voi quella parolina "CERTE" a cosa si potrebbe riferire?

(immagine presa sul web)

lunedì 20 maggio 2013

Siate sinceri, per favore!

Ecco cosa sta accadendo in libreria, almeno in quella dove lavoro io: lamentele, continue ed incessanti lamentele! Mi spiego. L'ultimo libro di Dan Brown ha suscitato molto scalpore: gli appassionati l'hanno prenotato (pochi) e alcuni l'hanno comprato. Scalpore per l'uscita tanto attesa? NO, per il prezzo! Ecco quali sono stati i commenti: "25 euro? Ma roba da matti! Accidenti ma è tanto, troppo! Ma che sono impazziti." Il 15 maggio sono arrivate 60 copie. Oggi, ho controllato e in libreria ne sono rimaste 33. In cinque giorni ne sono state vendute 27 copie (di cui 3 prenotate)...


Ora vi voglio chiedere: 
il libro è, secondo voi, cosa?
ci "investite"? 
Cercate delle alternative?



                                                    (immagine presa dal web)

giovedì 16 maggio 2013

the winner is... (per far circolare un'idea che avevo in testa da un po')

... Barbara perchè ha scritto: "Io non vorrei trovare tutti quei gadget inutili che invadono le aree vicino alla cassa. Lo so, è tempo di crisi, quindi bisognerà pure inventarsi qualcosa per aumentare gli incassi. Epperò tutte quelle stupidaggini! Vorrei trovare sempre un buon libraio (spesso in libreria si trovano più divanetti che librai competenti), un angolo dedicato ai libri usati e difficili da reperire; e una bella cesta in cui i lettori possano lasciare i libri che vogliono regalare ad alti sconosciuti lettori. Una sorta di bookcrossing in libreria." 

Ok, ok miei cari amici. Adesso vi spiego in questo post avevo chiesto : "Secondo voi, cosa manca in libreria?" Non potete immaginare che felicità nel leggere i vostri commenti: ho viaggiato per tutta  Italia: Torino, Trieste, Bergamo... chi ama le poltroncine e chi la sala thè. Ciò che in molti hanno notato è  la scarsa COMPETENZA delle commesse. In molti mi avete scritto che manca, che è carente e mi sono detta: "Accidenti, allora non sono io che sono esageratamente intransigente!" Sì, è una qualità che non c'è. Pensate, una volta in una libreria importante di Pescara una cliente chiede: "Vorrei L'alchimista di Coelho" e la risposta è stata:"Signora, si sbaglia non è di Coelho, ne è sicura?" Ed io pensavo: "Ma porca miseria, non ti vergogni!".

Comunque tornando alla vincitrice, ho scelto Barbara perchè, pur avendo ragione sui gadgets e pur riconoscendone la "necessità" ha sottolineato l'importanza della lettura. Una lettura da condividere e da far circolare ed allora ho pensato: "Bene, con lei inizierò ciò che da tempo è in cantiere!" Le invierò un libro: La cultura non si mangia di Bruno Arpaia e Pietro Greco, la particolarità è che l'ho già sottolineato io. Lei potrà annotare, evidenziare o addirittura lasciare un bigliettino con una sua idea e a sua volta spedirlo a chi vuole! Insomma una sorta di "bookcrossing in libreria", un bookcrossing che inizia qui e spero continui... Se volete partecipare fatemelo sapere, ok. Sarò contentissima.


Ah dimenticavo ieri è arrivato in libreria questo libro: Come la penso. Alcune cose che ho dentro la testa di Andrea Camilleri edito da Chiarelettere e costa 13 euro e 90.  Lo apro e noto subito che è una sorta di saggio: c'è l'indice. Continuo a sfogliare e leggo " Elenco dei perchè con la cultura si mangia". Benissimo libro sarai mio! Poi vi dirò.

venerdì 10 maggio 2013

video divertentissimo!

Guardate questo video, davvero divertente e geniale. E voi, in rete, avete mai trovato qualcosa di "strano"? Aspetto i vostri commenti!

 


Aggiungo questa lista di libri semmai vogliate fare

un regalino 
alla vostra mamma




LA TRAMA IRLANDESE
Jeffrey Eugenides




LA SPOSA IRLANDESE
Maeve Brennan







OGNI ISTANTE DI ME E DI TE
Alex Capus








un regalino a un/una tredicenne



CORALINE
Nail Gaiman
Il film è  m e r a v i g l i o s o   cliccate qui

RACCONTI DEL TERRORE
Edgar A. Poe
(se vi capita vedetevi The Raven, il film. Niente di esaltante, però incuriosisce poichè "parla" di Poe)





L'INVENTORE DI SOGNI
Ian McEwan

sabato 4 maggio 2013

Cosa manca in libreria?

 (immagine presa dal web)

Eccomi qui, miei carissimi amici. Voglio porvi una domanda. Dunque. Secondo voi cosa dovrebbe avere una libreria? Cosa vi piacerebbe trovare che ancora non siete riuscire a scovare? Cosa farebbe la differenza, cosa invoglierebbe ad entrare? Insomma cosa manca?
 
Esprimetevi senza problemi e poi... ci sarà una piacevole sorpresa!

mercoledì 1 maggio 2013

a proposito di stupore

 Mi trovo sempre a scoprire cose nuove, leggendo! Davvero, cari miei amici blogger. Ho appena finito: Storie di normale dislessia. Un libro adatto ai ragazzi (dai 7 anni). Ci sono 15 personaggi importanti e famosi, considerati dei geni, che hanno cambiato il modo di vedere il mondo che si ipotizza fossero dislessici. Racconti che, proprio perchè pensati per i bambini hanno "un non so che" di genuino ed è di facile fruibilità; qui potete leggere l'incipit. E spero che anche voi vi stupiate come è successo a me!

Per voi che significa stupore?

E poi voglio segnalarvi questo cortometraggio, me lo ha consigliato una cliente. Il libro è edito dalla Disney, il titolo è La luna di Enrico Casarosa e costa 11euro e 70.